Il segreto della Commedia dell'Arte
Data di pubblicazione: 2008
ISBN: 9788888514277
Formato: 160 x 240 mm
Pagine: 546
Prezzo: 29,00 euro

Saggi di Oggi, del teatro

 
Il segreto della Commedia dell’Arte
La memoria delle compagnie italiane del XVI, XVII, XVIII secolo

Ferdinando Taviani, Mirella Schino
La storia e le storie della Commedia dell’Arte conoscono i tempi lunghi del metodo produttivo che permane uguale a se stesso nel profondo per quasi due secoli; ma si sostanziano dei tempi brevi del vissuto e del quotidiano, delle strategie messe in atto di volta in volta, delle occorrenze che si intrecciano e introducono la cultura «accademica» delle donne nelle aggregazioni zannesche o spingono il tal comico a rilevare la distanza tra sé e i «comici infami». In questo libro Taviani riesce a guardare i tempi brevi alla luce dei tempi lunghi, il quotidiano soggettivo e contingente attraverso la necessità delle strutture che restano, modi di produzione e forme. Lo sguardo esterno, quello degli spettatori e degli storici, cataloga e seleziona gli elementi della Commedia dell’Arte e ne fa strutture e necessità; ma i comici non viaggiano, non recitano, non vivono nel teatro con queste necessità e per tali strutture. Il segreto della «Commedia all’improvviso» è nell’intreccio di molte storie, e il libro si costruisce su più livelli di organizzazione e di ricerca. L’introduzione con le sue immagini e le note in fondo al volume svolgono discorsi paralleli e al margine del testo, e le due parti in cui il libro è composto paralleli e al margine del testo, e le due parti di cui il libro è composto sono interdipendenti, autonome e speculari. La Tradizione…, a cura di Mirella Schino, è un racconto per interposte persone della Commedia dell’Arte e una raccolta del materiale storiografico e documentario.
Il segreto…, di Ferdinando Taviani, ripercorre quel racconto estraendone sensi e suggestioni, utilizzando notizie, dati, eventi, libri, studi. Il tracciato si snoda, in modi rovesciati nelle due parti, attraversando il mito della Commedia dell’Arte tra Ottocento e Novecento e le sue ragioni, i mestieri mostruosi e i primi contratti, le strategie di difesa e di mercato, i modi di produzione, l’emigrazione nel Boulevard des Italiens. Il lettore può usare in molti modi il libro e variare o selezionare l’ordine di lettura, perché qui, con legittimazione critica, la storia si scioglie e si invera nelle storie e viene costruita per prospettive e occasioni di narrazione.
Back to Top