Copertina.indd
Data di pubblicazione: 2015
ISBN: 9788898811977
Formato: 145 x 222
pagine: 176
Prezzo: 19,00 euro

Nuove prospettive

Il senso del gioco
Riconoscere la bellezza del calcio

Francesco D’Arrigo
Perché il calcio italiano è in crisi di risultati da anni? Come mai non siamo riusciti a stare al passo con le innovazioni di gioco prodotte in Spagna, in Germania e in Inghilterra?
Il testo di Francesco D’Arrigo irrompe con forza nel dibattito, proponendo una prospettiva rivoluzionaria sulla metodologia di allenamento: è un’illusione comandare lo sviluppo del gioco attraverso moduli e schemi rigidi, come si usa fare in Italia. La causa delle sconfitte e delle vittorie non sta nella scelta del 4-4-2 o del 4-3-3, perché gli eventi che costituiscono una partita sono in larga parte imprevedibili. Al contrario, il compito di un allenatore consiste nel far sviluppare ai propri giocatori quelle competenze tecniche e tattiche che permettano di cercare in ogni momento «qualcosa di straordinario», per «andare a vedere che cosa succede dietro le linee avversarie» in modi sempre nuovi e affidati alla fantasia dei giocatori.
Il libro di D’Arrigo è un’autentica rifondazione dei principi fondamentali della disciplina e, insieme, un percorso narrativo – raffinato ma accessibile a tutti – per capire le più grandi innovazione del calcio di oggi. Per spiegare al lettore il suo “senso del gioco”, D’Arrigo si serve di esempi e introduce argomenti “popolari”: dalle linee guida del settore giovanile del Bayern Monaco alle sue discussioni con Zeman sul ruolo della preparazione fisica, dalla lezione di Mourinho e Spalletti alla spiegazione tattica di perché Messi sia inarrestabile nel Barcellona e non riesca e esprimersi compiutamente nella nazionale argentina. Dopo essersi soffermato sulla teoria, nella seconda parte del libro l’autore fornisce un’ampia scelta di proposte per l’allenamento: situazioni di gioco ed esercizi senza avversario utili a ogni mister per allenare il pensiero complesso e la dimensione emotiva del giocatore. Ma non si tratta di un “eserciziario”, dal momento che il testo non ha la pretesa di “dare risposte”, quanto di essere di stimolo per ripensare il calcio in Italia e per rendere omaggio a “questo gioco straordinario”.
A lungo calciatore e allenatore professionista, Francesco D’Arrigo è dal 2011 docente del Settore Tecnico Federale di “Tecnica e Tattica” nei corsi Uefa B, passaggio obbligatorio per la formazione dei futuri allenatori di calcio italiani a cui partecipano ogni anni oltre duemila futuri allenatori. Insieme a Renzo Ulivieri, presidente dell’AIAC (Associazione Italiana Allenatori di Calcio), e ad altri colleghi insegna anche nei cinque corsi annuali UEFA A e UEFA PRO per allenatori professionisti organizzati nella sede centrale di Coverciano dalla FIGC. Suoi materiali sono disponibili online per gli aggiornamenti annuali obbligatori destinati alle migliaia di mister delle categorie dilettanti distrubuite in tutto il territorio italiano.
Back to Top