La mia vita nell'arte
Data di pubblicazione: 2009
ISBN: 9788895065298
Formato: 160 x 240 mm
Pagine: 450
Prezzo: 25,00 euro

Saggi di Oggi, del teatro

 
La mia vita nell’arte
A cura di Fausto Malcovati

Konstantin S. Stanislavskij
La mia vita nell’arte del grande attore e regista russo Konstantin S. Stanislavskij è il più appassionante libro sul teatro del Novecento. L’esperienza di Stanislavskij coincide infatti con la grande stagione del Teatro dell’Arte di Mosca, uno dei maggiori centri mondiali del rinnovamento teatrale del secolo scorso, dove nacque la critica al modo enfatico e convenzionale del recitare. Questa celebre autobiografia di Stanislavskij manca in Italia da decenni e offre un appassionante racconto diviso in quattro parti: infanzia artistica, adolescenza artistica, giovinezza artistica e maturità artistica.
Quattro fasi segnate da una costante ricerca sul lavoro dell’attore e sui linguaggi teatrali, ma anche collocate in contesti storici cruciali: la Russia zarista, la rivolta del 1905, i luoghi dell’esilio e la Rivoluzione del 1917.
Konstantin S. Stanislavskij (1863-1938) è il fondatore e il maestro delle moderne leggi della creazione artistica, colui che ha fissato, con il celeberrimo “metodo Stanislavskij”, i principi fondamentali del lavoro dell’attore, diventando il principale riferimento di studio per i teatranti contemporanei, come continuano a testimoniare gli actors’ studios americani.
Tra le opere di Stanislavskij tradotte in italiano si segnalano: Il lavoro dell’attore sul personaggio e Il lavoro dell’attore su se stesso, pubblicati da Laterza, Le mie regie (Ubulibri) e L’attore creativo (La casa Usher).
Back to Top